Materiali dei Gioielli 2017-04-08T11:30:43+00:00

Cosa utilizziamo per produrre i nostri gioielli artigianali?

Le gemme utilizzate da Evanescence nella creazione di gioielli artigianali come collane, bracciali e orecchini sono totalmente certificate e completamente naturali e non trattate, garantendo così alla clientela , creazioni di alto livello qualitativo e più belle a livello visivo.

La volontà di Evanescence di Chiroli Maria Giulia è esclusivamente quella di utilizzare pietre preziose naturali, non trattate poichè il gioiello assume un valore maggiore di originalità e naturalezza.

Argento

Il metallo utilizzato per le nostre creazioni è l’argento 925/1000, più puro rispetto al 800/1000 ( significa che su 1000 parti di metallo, 925 sono d’argento e 75 lega di rame) a differenza di quello allo stato puro 1000/1000 così duttile e malleabile da impedirne la lavorazione. L’argento è soggetto ad ossidazione, processo attraverso il quale certi metalli si ossidano a contatto con l’ossigeno , e quindi con l’aria . Evanescence per questo motivo, preferisce lavorare con l’argento rodiato e/o placcato oro.

Il rodio è un metallo bianco/argenteo usato per placcare i gioielli perché resistente all’ossidazione, mentre per quanto riguarda la doratura utilizziamo 2 micron oro 18 kt.

La pulizia dell’argento e la sua conservazione è una questione sempre aperta …. I prodotti in commercio sono tutti abrasivi, la pulizia ed il mantenimento del metallo da eseguirsi con regolarità può essere effettuata con acqua tiepida, possibilmente demineralizzata, con aggiunta di sapone neutro ( salvo ci siano delle gemme porose come avorio, corallo, ambra, madreperla … in questo caso dovrà essere utilizzato solo un panno per argento) . Importante e’risciacquare il gioiello immediatamente e asciugare molto bene con un panno di cotone morbido ( sconsigliata la lana perché contribuisce all’ossidazione).

Gemme

Le gemme si suddividono in origine inorganica minerali e organica non minerali.

  • Elementi Nativi: oro, diamante, argento, platino, ferro, rame, grafite, zolfo, mercurio.
  • Solfuri: composti chimici in cui lo zolfo e’ combinato con elementi metallici. Pirite , marcasite.
  • Alogenuri: minerali che formano i sali naturali. Fluorite ,salgemma.
  • Ossidi: calcedonio, diasporo,ematite,corindone, crisoberillo, magnetite e spinello. Importanti perché da questi si estraggono metalli importanti per l’economia.
  • Carbonati: contenenti l’anione . malachite,azzurrite,rodocrosite,calcite,aragonite.
  • Solfati: d’origine termale,vulcanica o marina. Gesso,anidrite,anglesite,celestina.
  • Fosfati: Fosforo/Antimonio/Arsenico. Apatite, Turchese, Fluorapatite, Brasilianite, Liroconite.
  • Silicati: silicio, ossigeno, magnesio, ferro, calcio. Andalusite, Granato, Olivina, Topazio, Zircone, Berillo,    Labradorite, Opale, Quarzo, Tormalina, Zoisite, Cianite, Rodonite, Talco, Ortoclasio, Vesuvianite.
  • Non Minerali: sostanze minerali derivate da organismi vissuti in epoche geologiche passate e giunte fino a noi grazie alla loro particolare natura. Ambra, corallo, perla, madreperla, avorio.
  • Le gemme sintetiche: invece non hanno origine naturale ma vengono prodotte in laboratorio.

Per la classificazione dettagliata ed attendibile delle gemme occorre conoscere le principali proprietà dei minerali, i metodi di studio e strumenti idonei, quindi noi faremo una breve descrizione delle pietre più utilizzate.

La trasparenza, il colore , la brillantezza possono determinare la preziosità della gemma, per quelle pietre che non possiedono tutti questi requisiti ma uno straordinario colore vengono chiamate pietre dure.